10/09/19 12:31 - Chi ha assunto ruoli chiave nella nuova Commissione Ue

BRUXELLES (Reuters) - Il presidente della Commissione europea, la tedesca Ursula von der Leyen, ha presentato oggi i 27 componenti della sua squadra.

Quelli che seguono sono i posti chiave del nuovo esecutivo che sarà operativo dal 1 novembre, previa approvazione del Parlamento europeo.

VICEPRESIDENTE (responsabile per le questioni ambientali)

Frans Timmermans (Paesi Bassi)

Olandese poliglotta, parla correntemente sei lingue europee, Timmermans (58) è stato il primo vicepresidente della Commissione uscente.

    "Braccio destro" del presidente della Commissione Jean-Claude Juncker è stato incaricato di difendere il diritto comunitario. Timmermans ha criticato la Polonia per aver messo in discussione l'indipendenza della magistratura, e l'Ungheria per aver infranto gli accordi europei sull'accoglienza dei rifugiati siriani.

     Membro del Partito laburista olandese ed ex ministro degli Esteri, puntava a succedere a Juncker.

VICEPRESIDENTE (responsabile per le questioni digitali e la concorrenza)

Margrethe Vestager (Danimarca)

La 51enne liberale danese è stata confermata nel suo ruolo di responsabile della concorrenza Ue, che ha ricoperto per cinque anni, mettendosi in mostra per aver multato giganti tech Apple e Google e, come affermato da lei stessa, "rompendo i monopoli".

Vestager è stata capo del partito social-liberale danese e ministro dell'Economia e dell'Interno.

MERCATO INTERNO (inclusa la difesa) - Sylvie Goulard (Francia)

Goulard, 54 anni, non è estranea a Bruxelles. Parla fluentemente inglese, tedesco e italiano e ha ricoperto ruoli chiave nella legislazione finanziaria e bancaria Ue come membro del Parlamento europeo dal 2009 al 2017.

E' stata anche consigliere politico dell'ex presidente della Commissione Romano Prodi.

Il presidente francese Emmanuel Macron l'ha nominata ministro della Difesa nel 2017, ma si è dimessa dopo poche settimane con altri membri del partito centrista MoDem dopo lo scandalo su lavori fittizi al parlamento europeo.

Goulard, laureata in Francia presso l'Ecole nationale d'Administration per alti funzionari pubblici, arriva alla Commissione dalla banca centrale francese, dove è vice governatrice dal gennaio 2018.

AFFARI ECONOMICI- Paolo Gentiloni (Italia)

Gentiloni, 64 anni, è passato da ministro degli Esteri a presidente del Consiglio italiano nel 2016, scelto a sorpresa dopo che il suo predecessore dem, Matteo Renzi, si è dimesso dopo la sconfitta al referendum sulla riforma costituzionale.

     Parla inglese, francese e tedesco, è presidente del Partito democratico, ed è da sempre impegnato nell'integrazione europea. E' stato nominato dal nuovo governo italiano Pd-M5s che si sta insediando in questi giorni.

     Proviene da una famiglia aristocratica, ma ha iniziato la sua carriera politica in gruppi di estrema sinistra prima di dedicarsi al giornalismo e poi diventare il portavoce del sindaco di Roma negli anni '90.

COMMERCIO - Phil Hogan (Irlanda)

Dopo cinque anni come capo dell'agricoltura della Commissione, Phil Hogan si occuperà del commercio, essendo già stato determinante nel negoziare un accordo sul mercato aperto tra l'Ue e il blocco del Mercosur dei paesi sudamericani.

Il ruolo di commissario al Commercio includerà anche la gestione delle future relazioni tra Bruxelles e Regno Unito post-Brexit. Hoga ha recentemente dichiarato che una Brexit senza accordo creerebbe un "cattivo clima" tra Ue e Londra con gravi conseguenze per la negoziazione di un accordo futuro.

VICE PRESIDENTI

AFFARI ESTERI - Josep Borrell (Spagna)

TRASPARENZA E VALORI DEMOCRATICI - Vera Jourova (Repubblica ceca)

RELAZIONI INTERISTITUZIONALI - Maros Sefcovic(Slovacchia)

SERVIZI FINANZIARI - Valdis Dombrovskis (Lettonia)

PROTEZIONE STILE DI VITA EUROPEO - Margaritis Schinas (Grecia)

DEMOCRAZIA E DEMOGRAFIA - Dubravka Suica (Croazia)

COMMISSARI

BILANCIO - Johannes Hahn (Austria)

GIUSTIZIA - Didier Reynders (Belgio)

GIOVANI E INNOVAZIONE - Mariya Gabriel (Bulgaria)

SALUTE - Stella Kyriakides (Cipro)

ENERGIA - Kadri Simson (Estonia)

COOPERAZIONE INTERNAZIONALE E SVILUPPO - Jutta Urpilainen (Finlandia)

VICINATO E NEGOZIATI ALLARGAMENTO - Laszlo Trocsanyi (Ungheria)

AMBIENTE- Virginijus Sinkievicius (Lituania)

OCCUPAZIONE - Nicolas Schmit (Lussemburgo)

PARITA' DI GENERE - Helena Dalli (Malta)

AGRICOLTURA- Janusz Wojciechowski (Poloia)

COESIONE E RIFORME - Elisa Ferreira (Portogallo)

TRASPORTI - Rovana Plumb (Romania)

AIUTI UMANITARI E GESTIONE DELLE CRISI - Janez Lenarcic (Slovenia)

AFFARI INTERNI - Ylva Johansson (Svezia)

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia