11/06/19 09:46 - Assonime, Italia prenda sul serio dubbi Ue, negozi per stop procedura

ROMA (Reuters) - L'Italia deve prendere sul serio le osservazioni che vengono da Bruxelles e rischiano di far scattare una procedura di infrazione per debito eccessivo, secondo Innocenzo Cipolletta, presidente di Assonime.

Cipolletta ha detto che ora è necessario che il governo conduca "un negoziato che fermi le procedure e avvii un processo di riequilibrio dei nostri conti pubblici".

Il presidente dell'associazione delle società per azioni è intervenuto all'assemblea biennale, davanti a una platea di manager e azionisti delle principali società per azioni italiane e di fronte al presidente del Consiglio Giuseppe Conte e al ministro dell'Economia Giovanni Tria, presenti in sala.

Ieri a Palazzo Chigi Conte ha incontrato i vicepremier e leader dei partiti che sostengono il governo, Luigi Di Maio e Matteo Salvini, per avere garanzie sul rilancio dell'azione di governo e sulla linea da tenere a Bruxelles per evitare la procedura.

Entrando all'assemblea di Assonime Conte ha detto che il vertice di ieri è andato "bene".

Per Cipolletta, "non è tempo per riduzioni della pressione fiscale in disavanzo" e occorre abbassare lo spread "che pesa sui conti pubblici e rappresenta una tassa iniqua sulle imprese e sui cittadini", puntando "senza remore" a migliorare in modo strutturale i conti pubblici in modo da far scendere il peso del debito pubblico.

(Stefano Bernabei)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia