14/11/17 13:16 - Cremlino chiede a imprese di fornire buone notizie prima del voto

MOSCA (Reuters) - Il Cremlino vuole buone notizie.

La leadership russa ha chiesto a grandi compagnie di rifornirla di storie che mettano in buona luce la sua gestione del paese, secondo un documento visionato da Reuters.

Un testo lungo sette pagine definisce il tipo di articoli richiesti, con particolare attenzione ai nuovi lavori, risultati scientifici e recenti infrastrutture, specialmente quelle che hanno avuto bisogno di un sostegno statale.

La nota specificava anche dettagli sul modo in cui le storie devono essere presentate, dando un termine di una settimana per la consegna degli elaborati.

Le istruzioni sono state spedite il mese scorso dal ministero dell'Energia a 45 aziende russe del settore energia e utilitY, incluse Rosneft, Lukoil e Novatek, stando a un secondo documento, una lista di destinatari.

L'impulso coincide con il periodo che precede le elezioni presidenziali del marzo dell'anno prossimo, dalle quali il presidente Vladimir Putin deve ottenere un mandato forte, sostenuto da un'elevata affluenza, per mantenere la sua ferma presa sul potere, dopo aver dominato la politica russa per due decenni.

"La vita per la maggioranza delle persone è diventata più tranquilla, confortevole e densa di attrattive. Ma molti di questi esempi spesso sfuggono all'attenzione dei media", dice il primo documento.

"Il nostro compito è selezionare questi temi e argomenti e offrirli ai media, attraverso un approccio creativo e diligente".

La nota, che non menziona le elezioni, dice che le notizie da offrire, devono alimentare un "news wire positivo" e mirare a due tematiche: "la vita sta migliorando" e "com'erano le cose, come sono adesso".

Entrambi i documenti erano allegati a un invito, datato 9 ottobre, spedito dal ministero dell'Energia ad alti dirigenti dei dipartimenti pubbliche relazioni e rapporti con il governo delle imprese. Di queste, 17 sono controllate dallo stato e 28 dai privati.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia