15/05/19 10:59 - Borsa Milano in netto calo, pesa spread, giù banche, strappa Ferragamo, bene A2A e Mediaset

La borsa di Milano si muove in netto calo oggi, penalizzata dal ribasso delle banche a seguito dell'incremento dello spread nel rendimento fra i titoli di stato decennali italiani e tedeschi superiore ai 290 punti base. Pesano le dichiarazioni del ministro dell'Interno, Matteo Salvini, secondo cui il governo è pronto a superare il tetto Ue del 3% nel rapporto deficit/Pil.

L'effetto spread penalizza il settore bancario, UNICREDIT cede l'1,48%. Ieri il titolo era scivolato sulla notizia Reuters secondo cui la banca si sta muovendo verso un'offerta per la tedesca Commerzbank. Giù anche INTESA SP che cede l'1,7%. BANCO BPM perde l'1,5%.

Strappa FERRAGAMO con un balzo del 9% dopo i risultati che vedono il ritorno alla crescita dei ricavi e sulla scia di alcuni upgrade di broker: Kepler Cheuvreux ha portato la raccomandazione a "Hold" da "Reduce" con prezzo obiettivo a 20 euro da 17, mentre Morgan Stanley ha alzato il prezzo obiettivo a 20 euro da 18,5 euro precedente.

Ben raccolta anche MEDIASET (+3%) dopo i risultati del primo trimestre sopra le attese. Sul titolo Barclays ha portato il prezzo obiettivo a 2,75 euro da 2,6 euro precedente.

PIRELLI cede dopo la revisione al ribasso delle stime sui ricavi.

Pesante MAIRE TECNIMONT che arretra del 5,2%.

Ripiegano i titoli petroliferi a seguito del calo del greggio, ENI perde l'1,3%, SAIPEM il 2,2%.

Balzo di A2A (+2,3%) sui risultati del primo trimestre con utile e mol in deciso calo, ma sopra le attese del mercato.

(Giancarlo Navach)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia