25/03/20 16:09 - ESCLUSIVA - Coronavirus, stati Ue hanno bisogno equipaggiamento medico 10 volte maggiore - documento interno

BRUXELLES (Reuters) - Per contrastare il coronavirus, gli stati dell'Unione europea hanno bisogno di equipaggiamenti protettivi per il personale sanitario e di altre apparecchiature medicali, respiratori inclusi, in quantità 10 volte superiori a quelli attualmente disponibili attraverso le consuete catene d'approvvigionamento.

E' quanto emerge da un documento Ue circolato internamente oggi.

Il blocco di 27 nazioni sta cercando da settimane di procurarsi attrezzature fondamentali, tra cui mascherine, respiratori per pazienti con gravi problemi respiratori e altri prodotti medicali, in seguito alla diffusione del coronavirus nel continente.

Ma nonostante gli sforzi, "la disponibilità e fornitura in tutta Europa di equipaggiamenti protettivi personali e di altre apparecchiature medicali, specie di respiratori, rimane preoccupante", afferma la Commissione europea in un documento visto da Reuters e datato oggi.

"Le stime interne della Commissione mostrano che la 'tradizionale' catena di approvvigionamento coprirà solo circa il 10% della domanda", si legge, quantificando per la prima volta la scarsità di materiali essenziali necessari per contrastare il virus altamente contagioso.

Le carenze di equipaggiamento medico stanno esponendo gli operatori sanitari a maggiori rischi di contagio, mettendo in pericolo i pazienti che a loro volta potrebbero essere infettati da medici e infermieri.

In Italia e Spagna, i peggiori focolai dell'epidemia nell'Ue, oltre 5.000 membri del personale medico sono stati contagiati, secondo dati ufficiali pubblicati ieri.

Questo significa che i casi di contagio di operatori sanitari rappresentano in Italia quasi il 9% del totale e in Spagna oltre il 13%, anche se bisogna tenere presente che i medici hanno più probabilità di essere sottoposti a tampone rispetto al resto della popolazione.

Secondo il documento della Commissione gli stati Ue hanno sia scorte limitate sia una capacità limitata di aumentare la propria produzione di attrezzature sanitarie, esponendoli a carenze sempre maggiori se l'equipaggiamento essenziale non verrà importato rapidamente.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia