29/06/20 10:12 - Coronavirus, oltre mezzo milione di vittime nel mondo

di Jane Wardell e Cate Cadell

SYDNEY/PECHINO (Reuters) - Il numero delle vittime del Covid-19 ha superato ieri mezzo milione di persone, secondo un conteggio di Reuters, un tragico bilancio per la pandemia globale che sembra rinascere in alcuni Paesi mentre altri sono ancora alle prese con la prima ondata.

La malattia respiratoria causata dal nuovo coronavirus si è rivelata particolarmente pericolosa per gli anziani, sebbene anche altri adulti e bambini rientrino tra i 501.000 morti e 10,1 milioni di casi segnalati.

Nonostante il tasso di mortalità complessivo si sia appiattito nelle ultime settimane, gli esperti sanitari hanno espresso timori in merito al numero record di nuovi casi in Paesi come gli Stati Uniti, l'India e il Brasile, nonché di nuovi focolai in alcune parti dell'Asia.

Oltre 4.700 persone muoiono ogni 24 ore a causa della malattia legata al Covid-19, secondo calcoli di Reuters basati su una media dal 1 al 27 giugno.

Ciò equivale a 196 persone all'ora o una persona ogni 18 secondi. (Per vedere un grafico Reuters interattivo, apri questo link in un browser esterno: https://tmsnrt.rs/2VqS5PS)

Circa un quarto di tutti i decessi finora si sono verificati negli Stati Uniti, come indicano i dati Reuters. La recente impennata di casi è stata più marcata in una serie di stati meridionali e occidentali che hanno riaperto prima di altri e in modo più aggressivo. Alcuni funzionari statunitensi hanno segnalato ieri circa 44.700 nuovi casi e 508 decessi aggiuntivi.

Il numero dei casi sta crescendo rapidamente anche in America Latina e ha superato ieri il totale di quelli diagnosticati in Europa, rendendo la regione la seconda più colpita dalla pandemia, dopo il Nord America.

Dall'altra parte del mondo, l'Australia sta prendendo in considerazione la possibilità di reintrodurre le misure di distanziamento fisico in alcune regioni dopo aver riportato il maggiore aumento giornaliero di contagi in oltre due mesi.

Il primo decesso provocato dal nuovo coronavirus, un uomo di 61 anni di Wuhan che faceva regolarmente acquisti in un mercato della città cinese identificato come la fonte dell'epidemia, risale al 9 gennaio.

In soli cinque mesi, il bilancio delle vittime del Covid-19 ha superato il numero di persone che ogni anno muoiono di malaria, una delle malattie infettive più mortali.

Il tasso di mortalità è in media di 78.000 persone al mese, rispetto ai 64.000 decessi correlati all'Aids e ai 36.000 decessi per malaria, secondo i dati del 2018 dell'Organizzazione mondiale della sanità.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia