31/07/20 11:51 - ESCLUSIVA - Covid-19, attacco hacker appoggiati da Cina contro sviluppatore vaccino Moderna

di Christopher Bing e Marisa Taylor

WASHINGTON (Reuters) - Un gruppo di hacker legati al governo cinese ha preso di mira quest'anno l'azienda biotech Moderna, tentando di rubare i dati dello sviluppatore statunitense impegnato nella ricerca di un vaccino contro il coronavirus.

Lo riporta un funzionario di sicurezza nazionale statunitense coinvolto nel monitoraggio dell'attacco cyber cinese.

La Cina oggi ha respinto le accuse di un nesso tra il governo e il gruppo di hacker che ha attaccato Moderna.

La scorsa settimana, il Dipartimento di Giustizia statunitense ha annunciato l'incriminazione di due cittadini cinesi accusati di spionaggio contro gli Stati Uniti, in particolare nei confronti di tre bersagli Usa non specificati impegnati nella ricerca medica per combattere il coronavirus.

L'atto d'accusa riporta che gli hacker cinesi "hanno condotto una ricognizione" contro la rete di computer dell'azienda biotech del Massachusetts, che ha annunciato a gennaio lo sviluppo di un vaccino candidato per la lotta contro il coronavirus.

Moderna ha confermato a Reuters di essere stata in contatto con l'Fbi, che ha informato l'azienda di sospette "attività di ricognizione di informazioni" da parte del gruppo di hacker menzionato nell'atto d'accusa presentato la scorsa settimana.

Secondo degli esperti di cybersicurezza, le attività di ricognizione possono includere una vasta gamma di azioni, per esempio la ricerca di vulnerabilità in siti pubblici per ottenere l'accesso a un network e rilevare importanti account al suo interno.

"Moderna resterà estremamente all'erta rispetto a potenziali minacce di cybersicurezza, mantenendo un team interno, servizi di sostegno esterno e una buona relazione lavorativa con le autorità esterne, al fine di valutare costantemente le minacce e proteggere i nostri preziosi dati", ha detto il portavoce dell'azienda Ray Jordan, che ha preferito non divulgare ulteriori dettagli.

Il funzionario di sicurezza statunitense, parlando in condizione d'anonimato, non ha fornito ulteriori dettagli. L'Fbi e il Dipartimento della Salute e dei servizi umani statunitense hanno scelto di non rivelare l'identità delle aziende prese di mira dagli hacker cinesi.

Il vaccino candidato di Moderna è stato oggetto di una delle prime e più notevoli scommesse dell'amministrazione Trump nella lotta contro la pandemia.

Il governo federale sta sostenendo lo sviluppo del vaccino dell'azienda attraverso sovvenzioni da quasi mezzo miliardo di dollari e sta aiutando Moderna nel lancio di test clinici fino a 30.000 persone, a partire da questo mese.

La Cina è a sua volta coinvolta nella corsa per lo sviluppo di un vaccino, unendo il settore statale, militare e privato nella lotta contro Covid-19, che conta finora oltre 660.000 vittime a livello mondiale.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia.

(Tradotto da Redazione Danzica, in redazione a Milano Gianluca Semeraro, enrico.sciacovelli@thomsonreuters.com,+4858775278)